Susine Ramassin

Altro prodotto tipico e autoctono che coltiviamo in azienda è la susina “ramassin” o “dalmassin” dalle sue origini “siriache”, coltivazione di antichissima tradizione sulle nostre colline, pare avere addirittura origine nel medioevo. Il frutto è di piccole dimensioni di un colore blu violaceo, molto profumato, tradizionalmente raccolto a terra dove cade una volta maturo,  cosa che avviene solo a piena maturazione del frutto stesso, oggi per evitare che il frutto stesso si sporchi e si rovini nella caduta al suolo, lo stesso viene raccolto nelle reti distese sotto le piante.

La raccolta del frutto avviene rigorosamente a mano (quindi con notevole fatica) e i frutti vengono selezionati uno ad uno.  Il frutto, di molto più piccole rispetto ad altre cultivar di susine, si differenzia dalle stesse per la sua dolcezza e per la sua aromaticità che lo rendono inconfondibile.
Grazie alla sua rustica la pianta non richiede molte cure (se non una saltuaria potatura invernale) e i trattamenti anticrittogamici sono ridottissimi se non addirittura nessuno in annate molto favorevoli, inoltre è una pianta che resiste molto anche a periodi di siccità per questo adatta alla coltivazione collinare, dove l’irrigazione è solo quella naturale. Produzione soggetta ad alternanza quindi non costante, con punte di sovrapproduzione in certi anni e scarsissima resa produttiva altri anni, il che rende difficile la sua coltivazione su vasta scala.
Ottimo per il consumo fresco il ramassin è molto usato anche nel trasformato in composte e frutta sciroppata.
 
 
Annualità con resa produttiva elevata.